Gardone Riviera

“ Bandiera Arancione del Touring Club Italiano nel 2010 e Bandiera Blu nel 2011”

Chiamata anche “città-giardino” per i numerosi parchi e ville che la contraddistinguono, Gardone Riviera è costituita da 5 pittoresche frazioni sparse su soleggiate colline.
L’entroterra è quindi adatto per facili passeggiate lungo tranquilli sentieri immersi nella vegetazione mediterranea o per trekking più impegnativi alla scoperta di panorami mozzafiato.

Se preferite mete più culturali, visitate a Gardone :

- Il Vittoriale degli Italiani Il Vittoriale degli Italiani , casa-museo e parco del poeta Gabriele d’Annunzio; d’estate nell’affascinante
teatro all’aperto vi si svolge la stagione teatrale- musicalestagione teatrale- musicale;
- Il Giardino Botanico Fondazione Andrè HellerIl Giardino Botanico Fondazione Andrè Heller, creato dal naturalista Arturo Hruska, con opere contemporanee di Keith Haring, Mimmo Paladino, ecc.;
- Il Museo del Divino Infante Il Museo del Divino Infante, collezione di oltre 200 sculture risalenti agli ultimi tre secoli.

Qualche cenno storico

L’epoca d’oro di Gardone Riviera risale alla fine dell’800 quando alcuni illuminati medici tedeschi notarono la particolare mitezza del clima e l’amenità dei luoghi e dopo essersi stabiliti sulGarda attirarono amici e pazienti nelle nuove case di cura ed alberghi che presto fiorirono sulla Riviera.

Gardone, da piccolo paese di agricoltori e pescatori, si trasformò in un elegante centro di cura e di villeggiatura, con le sue passeggiate ed i grandi alberghi. Nei suoi parchi si andavarealizzando una concezione del giadino romantico e naturalistico con l’introduzione di specie botaniche di grandi dimensioni, come i cedri deodara, le magnolie, le canfore, le palme ecc.,che ancora oggi convivono con la vegetazione mediterranea, tipica del lago.

Dopo una pausa dovuta alla Prima Guerra Mondiale, Gardone conobbe un’altra fase felice della sua storia con Gabriele d’Annunzio, poeta- soldato che qui fece costruire il Vittoriale degli
Italiani, casa-museo ricco di memorie storiche e letterarie.

Dopo la seconda guerra mondiale, il turismo vide un’inversione di tendenza: da turismo invernale diventò turismo estivo e Gardone con i suoi grandi alberghi colse il cambiamento e siadeguò restando sempre una meta famosa e ricercata.

La filosofia che da sempre ispira Gardone è quella della qualità della vita per ospiti e cittadini, difesa del paesaggio, attenzione alla qualità delle acque ed è per questo che è stata insignita della Bandiera arancione e Bandiera blu nel 2011.

/

Our site uses cookies to analyze the accesses and visits collecting the information in aggregate form.